Permesso retribuito Stampa
Valutazione attuale: / 0
ScarsoOttimo 
Scritto da Libero   
Giovedì 24 Ottobre 2013 12:24

I 3 giorni di permesso retribuito sono un diritto: il giudice del lavoro di Potenza con sentenza n. 544/2013 ha ribadito per l'ennesima volta che i Dirigenti Scolastici non possono pretendere di sindacare la fruizione di queste giornate di permesso, previste dall'Art. 15 c. 2 del  CCNL del 29/11/2007, sempre in vigore e mai rinnovato (sic!).

Non fa male ricordare il testo del CCNL:
"2. Il dipendente, inoltre, ha diritto, a domanda, nell’anno scolastico, tre giorni di permesso retribuito per motivi personali o familiari documentati anche mediante autocertificazione.

La sentenza di Potenza è particolarmente interessante perché non mette nessun limite alla motivazione del giorno di permesso: infatti, nel caso in questione era stato chiesto il permesso per poter fare un viaggio.  finalmente lo svago è riconosciuto fra i legittimi motivi personali e familiari.  Nella sentenza viene affermato con la massima chiarezza che “il diritto ai tre giorni di permesso retribuito non è soggetto ad alcun potere discrezionale – di diniego” rimarcando anche la sostanziale differenza con le ferie che sono soggette a concessione espressa del Dirigente Scolastico.

 

Cookies used for the essential operation of the site have already been set. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information